castelnuovo-tedesco “24 preludi e fughe per 2 chitarre op.199”

di

mario castelnuovo-tedesco è oggi uno dei nostri compositori più trascurati, dimenticati e sottovalutati… un inattuale del ‘900 come nino rota e come quest’ultimo un grande inventore musicale innamorato della melodia e delle sue… Continua a leggere

The Young Gods “Everybody knows”

di

Inconfondibili.

Ripplegroove “Under the Microscope”

di

Un trio praticamente sconosciuto, un trio musicale, energico e divertente. Ripplegroove (ora Redux) fondono semplicità e talento, sfoggiando un sound organico e dinamico tra Rock, Funk e Jazz.

tchaikovsky – sinfonia 5 in mi minore op.64 –

di

completata nel 1888 da un tchaikovsky sull’orlo di una profonda crisi di nervi (” scivolavo ineluttabilmente lungo una gigantesca roccia che sprofondava in mare…”), la quinta sinfonia è intrisa di sapido lirismo e… Continua a leggere

steve reich – music for 18 musicians –

di

opera ipnotica, poliritmica e ostinatamente martellante, apparentemente immobile e fissa, music for 18 è un viaggio straordinario ed inusuale, spalanca nuove porte percettive, ci immerge in un humus vorticoso e statico, che esplora… Continua a leggere

bill evans trio – portrait in jazz –

di

nel pianoforte jazz c’è un prima bill evans e un dopo bill evans… il pianoforte con questo artista sublime, intellettuale, fragile, sensibile, muta e diventa grande ed il salto di qualità viene colto… Continua a leggere

John Scofield “A Go Go”

di

Un incontro decisamente curioso tra il chitarrista John Scofield ed i funanbolici e folli Medeski, Martin & Wood, tra il morbido e scorrevole Jazz di Scofield e la contaminazione Funk, Trip Hop del… Continua a leggere

Oscar Peterson “Oscar Peterson meets Roy Hargrove And Ralph Moore”

di

Un disco pieno di allegria e buona musica, un quintetto meraviglioso, piacevole da ascoltare. Roy Hargrove e Ralph Moore alla tromba e sax tenore rispettivamente, sono favolosi; un Pedersen strepitoso.

Carbon Based Lifeforms “Hydroponic Garden”

di

I primi bagni della stagione hanno sempre un effetto elettrizzante seguito da un completo rilassamento del corpo; l’acqua fredda mi riporta ad uno stato emotivo che in qualche vita o esperienza ho vissuto,… Continua a leggere

Aes Dana “Perimeters”

di

La primavera alle porte e le tensioni sembrano svanire dietro le luci e i colori degli alberi stagliati nel cielo azzurro; un profondo respiro e un momento di assoluto relax. Vi presento un… Continua a leggere

Ott “Blumenkraft”

di

Ritorno con calore e buoni propositi per questa primavera, vi propongo un disco del talentuoso Ott, un genio inglese della Elettronica.

gary burton -new vibe man in town-

di

allora… questa sera vi propongo un disco leggiadro e divertente, che mette di buon umore, sia perchè per qualcuno sarà una settimana intensa e quindi è meglio non perdersi in eccessivi preamboli affabulatori,… Continua a leggere

Bobby Hutcherson “Skyline”

di

Il cielo è coperto e la primavera ancora troppo lontana, so che affronterò una settimana intensa e voglio riposare lo spirito prima di ricominciare; ecco, metterò proprio questo disco, un gioiello!

Mr Bungle “Mr Bungle”

di

Avevo promesso un altro disco di Zorn, ed eccolo, ma in veste di produttore e trombettista. Cito Allmusic per descrivere questo disco “vertiginoso, sconcertante, un giro schizofrenico attraverso praticamente qualsiasi stile rock, passando… Continua a leggere

John Zorn “The Goddess”

di

Prima o poi sarei arrivato a Zorn, molte strade mi avrebbero portato ad uno dei suoi dischi, eccolo infine Zorn inusuale ma sorprendente.

miles davis -miles in the sky-

di

miles miles miles! che dire di questa gemma preziosa, incastonata in uno dei tanti momenti magici nella carriera del divino?! transizione tra lo stile acustico e quello dell’elettronica, capolavoro un pò sottovalutato che… Continua a leggere

tiziana ghiglioni canta luigi tenco

di

stupefacente fusione tra le canzoni di uno dei più grandi cantautori italiani e l’improvvisazione del jazz, “tiziana ghiglioni canta luigi tenco” vede impegnata una voce solista tra le più belle ed interessanti del… Continua a leggere

The Modern Jazz Quartet “The Sheriff”

di

Un po Swing un po Blues come la mia vita, con una giusta dose di ottima Bossanova questo classico e avvincente disco del The Modern Jazz Quartet.

ives -sinfonia 4-

di

colosso poliritmico, dalla furiosa e schizoide creatività, costruzione eccentrica e visionaria, l’ultima sinfonia di charles ives rappresenta il non plus ultra della sinfonia americana, punto di snodo tra l’influenza europea ed una nuova… Continua a leggere

Ahmad Jamal “Ahmad’s Blues”

di

Questo è il disco di un’amicizia, il disco con cui un’amicizia è iniziata e che al suo quasi ventennio continua a produrre un curioso scambio musicale; non potrebbe essere più leggera e semplice… Continua a leggere