mahler -sinfonia 10-

di

la lunga e complessa sinfonia numero dieci, è musica che ha avuto una genesi difficile e problematica, perchè seppur di una bellezza lancinante e travolgente, non è tutta opera di mahler, che infatti… Continua a leggere

faurè -quintetti per pianoforte e archi op.89 e op.115-

di

opere di un portentoso intimismo cantabile, i 2 splendidi quintetti sono composti da un anziano gabriel faurè  nei primi decenni del xx secolo, il compositore francese condensa qui tutto il suo grande lirismo… Continua a leggere

burnt friedman -con ritmo-

di

con ritmo… il titolo è tutto un programma, totalmente mantenuto… non sono un grande amante e fruitore di musica elettronica ed affini, però ammetto il mio entusiasmo nel parlarvi di questa opera dal… Continua a leggere

Shpongle “Are You Shpongled?”

di

Oggi vi propongo un disco particolare, un disco che ha dato il via ad una nuova via esplorativa, un disco che avvolge e sconvolge molti stili e generi miscelandoli e trasformandoli per seguire… Continua a leggere

Elis Regina & Jair Rodrigues “Dois na Bossa Vol. 3”

di

Oggi così in leggerezza e allegria, vi lascio solo musica…

chet baker, paul bley -diane-

di

album tenue, rilassato, lirico, malinconico… il tocco nostalgico della tromba logora di chet e quello proiettato nel futuro di bley, qui al pianoforte insospettabilmente discreto e romantico, così discreto da passare quasi in… Continua a leggere

miles davis – get up with it –

di

miles è uno dei miei punti di riferimento, creatore instancabile, forza della natura, sempre lanciato verso nuove sfide, durante la sua lunga carriera ha abbracciato numerosi stili facendoli propri ed inventandone degli altri,… Continua a leggere

Herbie Hancock “Head Hunters”

di

Che musica ascoltate quando siete terribilmente di buon umore? Io il Funk, meglio se allucinatorio e contaminato come questo discusso e osannato disco che ha fatto la fortuna (economica di Hancock). Erano gli… Continua a leggere

medeski martin & wood – tonic –

di

tellurico, free ma non troppo, libero e giocherellone, l’album totalmente acustico e live sopraffino dei tre burloni iconoclasti del jazz contemporaneo… se si può chiamare ancora jazz o qualunque cosa sia… non importa,… Continua a leggere

schubert -sonata per pianoforte D960- claudio arrau

di

opera sublime, ultraterrena… i primi due movimenti continuano a impressionarmi ed inquietarmi come poche altre opere pianistiche, scelgo di parlarvene oggi, sotto le spesse e plumbee nuvole invernali, volando sempre molto alti… coraggio!… Continua a leggere

keith jarrett -the melody at night, with you-

di

capolavoro intimista di un genio del pianoforte, soffice, lirico, aggraziato come una poesia di keats, l’album di jarrett raccoglie standard della canzone americana e altre melodie, segna un altro punto di svolta nella carriera… Continua a leggere

respighi -pini di roma-, -gli uccelli-, -fontane di roma-

di

fiammeggiante, coloratissima, rutilante, sfolgorante… l’orchestra di ottorino respighi è un’esplosione di colori e impressioni, apoteosi di quel romanticismo protrattosi nel ‘900, che tenta imperterrito di descrivere le cose e le atmosfere, in contemporanea… Continua a leggere